By Erin Holloway

Apple Music paga 1 centesimo per stream: quanto possono guadagnare gli artisti di Dancehall?

Apple Music sta ora pagando artisti ed etichette almeno il doppio rispetto ad altri DSP come Spotify.

Apple Music ha recentemente annunciato che gli artisti saranno pagati in modo uguale ed equo come etichette e il suo tasso è di gran lunga il più alto del settore finora. È un cambiamento nel modo in cui gli artisti vengono trattati in un'era in cui i diritti dei creativi sono in primo piano e a coloro che in precedenza hanno capitalizzato i guadagni degli artisti, viene impedito di rivendicare un reddito che appartiene di diritto all'artista.

Anche se ci sono cambiamenti, tuttavia, la confraternita Dancehall è nell'ombra mentre i giocatori di potere cercano di mantenere i vecchi modi di fare affari, e questo significa che gli artisti e i loro interessi vengono per ultimi.



Questo ultimo annuncio di Apple Music potrebbe anche creare un precedente per il modo in cui gli artisti si relazionano con le società di streaming, in particolare ora che la pandemia ha spostato le entrate degli artisti dall'essere diversi dai tour e dalle esibizioni a ora in gran parte streaming e sponsorizzazioni.

Il passaggio al consumo digitale è guidato dalla tecnologia poiché sempre più utenti consumano musica prontamente sui loro telefoni, computer, tablet e da vari altri mezzi tecnologici poiché le copie fisiche degli album diventano meno popolari. Ciò significa anche che i costi addebitati dagli artisti per album, che possono andare per qualsiasi cosa decidano di condividere, da pochi dollari a decine di dollari o più, sono notevolmente diminuiti con piattaforme come Amazon e Apple Music che pagano un dollaro ($ 1) per una canzone.

Il passaggio allo streaming online significa che le vendite fisiche sono in calo, ma lo streaming di solito è la base per altri flussi di entrate per fare più soldi. Questi includono merchandising, tour e licenze e altre strade da cui gli artisti possono realizzare un reddito redditizio.

Lo streaming, tuttavia, può funzionare o meno per ogni artista. Come si vede dai numeri di streaming di artisti del calibro di Drake e Taylor Swift e persino Nicki Minaj e Beyonce, i fan irriducibili acquisteranno l'intero album mentre altri potrebbero godersi gli album gratuitamente in una sorta di modo poiché il loro abbonamento allo streaming garantisce loro l'accesso alla maggior parte, se non a tutta la musica su una piattaforma di streaming.

Quindi cosa significa per altri servizi di streaming come Spotify, Amazon Music, Tidal e Audio Mack? Non è chiaro se l'ultima divulgazione di Apple Music forzerà la mano a questi servizi, ma tutti gli occhi sono puntati su di loro, in particolare Spotify, che è di gran lunga il più popolare in termini di numero di utenti.

Si stima che Apple Music abbia circa 72 milioni di abbonati mensili a pagamento e la tariffa mensile è di circa $ 9,99 con alcune variazioni in alcuni paesi. Offre agli abbonati l'accesso a oltre 60 milioni di brani, mentre Spotify ha circa 155 milioni di utenti mensili premium per una quota di abbonamento di $ 9,99 al mese. La piattaforma ha oltre 50 milioni di brani nel suo catalogo.

Tuttavia, la differenza tra i due servizi di streaming è netta poiché gli artisti guadagnano meno per stream con Spotify rispetto a Apple Music. Il reddito di una riproduzione da Apple Music è ora di un centesimo per stream. La stessa canzone dovrà essere riprodotta tre volte su Spotify poiché la piattaforma paga tra $ 003 e $ 0,005 per stream o un terzo di un centesimo.

Spotify è stato criticato per il suo modello di business poiché più artisti chiedono a gran voce trasparenza quando si tratta di accordi che la piattaforma ha con le etichette poiché i pagamenti delle royalty non soddisfano le aspettative degli artisti.

La differenza tra i modelli di business di Apple Music e Spotify potrebbe essere vista nel modo in cui operano le aziende. Spotify è più un connubio tra arte e capitale di rischio, quindi l'interesse dell'investitore verrà prima di tutto, a scapito degli artisti. Mentre Apple Music sembra prendere una posizione che promuove il lavoro dei creativi poiché afferma di credere nel valore della musica e di pagare equamente i creatori per il loro lavoro. Mentre la discussione sulle royalty in streaming continua, riteniamo che sia importante condividere i nostri valori, ha affermato Apple nel suo annuncio agli artisti.

Crediamo che sia necessario pagare a ogni creatore la stessa tariffa di cui ha valore un'opera teatrale e che i creatori non dovrebbero mai dover pagare per la presentazione.

Il riferimento in primo piano di Apple Music è un successo diretto su Spotify. La società, a seguito delle lamentele degli artisti, ha affermato che la loro musica potrebbe essere promossa dal servizio di streaming, ma gli artisti, in cambio, guadagneranno pagamenti di royalty inferiori.

Tuttavia, secondo Apple, paga lo stesso 52% delle entrate dell'abbonamento, o 52 centesimi di ogni dollaro, alle etichette discografiche e non paga una tariffa inferiore in cambio della presenza di artisti.

Il dolore dello streaming significa che gli artisti devono guadagnare cumulativamente flussi per ottenere entrate sufficienti da Spotify. Attualmente, Drake è la fonte di reddito più alta per Spotify, guadagnando circa $ 52,5 milioni da 21,5 miliardi di stream.

Quanti soldi guadagneranno gli artisti Dancehall con i servizi di streaming mentre si trasferiscono in Giamaica?

Quindi, come se la cavano gli artisti nell'arena dancehall a competere su una piattaforma così grande? E su quale piattaforma guadagneranno di più?

Dancehall, sebbene influente, è ancora minuscolo per i fan che sono abbonati a pagamento sulle piattaforme di streaming digitale. Gli stessi Caraibi hanno circa 54 milioni di utenti Internet, di cui circa 22 milioni sono sui social media. Tuttavia, non è chiaro quanti utenti abbiano abbonamenti allo streaming digitale poiché YouTube rimane l'opzione popolare per lo streaming gratuito dei loro contenuti musicali preferiti.

Tuttavia, se non altro, YouTube è senza dubbio un indicatore del potenziale che gli artisti Dancehall hanno quando si tratta di musica in streaming. Solo per il 2020, ci sono stati miliardi di visualizzazioni collettive della gente della musica nella regione e dell'amore della diaspora.

Artisti come Koffee with Lockdown hanno 48 milioni di visualizzazioni da quando sono stati pubblicati nove mesi fa su Rag to Riches di Teejay, e Shenseea e Tarrus Riley's Lighter con 47 milioni di visualizzazioni completano le prime tre canzoni più ascoltate in streaming nell'ultimo anno su quella piattaforma.

Tuttavia, altrove, gli artisti stanno accumulando numeri ma stanno facendo entrate corrispondenti? Per il 2020, Vybz Kartel, Sean Paul e Popcaan hanno dimostrato che i numeri non mentono quando si tratta di dimostrare la domanda e i preferiti dai fan su Spotify.

Sean Paul è di gran lunga l'intrattenitore giamaicano più popolare e i suoi numeri su Spotify lo dimostrano. Per il 2020, l'artista Dutty Rock ha visto i suoi stream musicali accumulare 625,9 milioni di stream da fan in 92 paesi.

Popcaan ha registrato 148,7 milioni di stream in 92 paesi in cui è disponibile anche Spotify. Questo è particolarmente interessante per Popcaan poiché ha collaborato con alcuni grandi artisti internazionali, tra cui Drake e PartyNextDoor. Vybz Kartel, invece, era proprio dietro Popcaan con 130,3 milioni di stream.

Ora, con la rivelazione che Spotify è tra i servizi di streaming a pagamento più basso, mette le cose in prospettiva. Affinché un artista guadagni un reddito significativo su Spotify, deve suonare tre volte per abbinare una volta su Apple Music. E ancora, artisti come Vybz Kartel, che è gestito in proprio Etichetta dell'Impero di Portmore , significa che sta guadagnando molto di più rispetto ad altri artisti.

Gli artisti dancehall nei Caraibi sono sempre più incoraggiati a unirsi ai servizi di streaming poiché l'idea di entrate in streaming ha brillato come l'oro per artisti nuovi e in arrivo che credono che pubblicare una grande quantità di lavoro restituirà una grande quantità di entrate.

Tuttavia, potrebbe esserci delusione sulla strada da percorrere in quanto lo streaming mentre il luccichio non è oro. Ci vorrà ancora duro lavoro e metodi tradizionali per creare un seguito e mantenere una presenza che i fan vorranno sempre trasmettere in streaming la tua musica.

Inoltre, il business della musica in Giamaica è in realtà gestito in modo diverso, come notato dal produttore Ainsley 'NotNice' Morris, che ha lavorato con artisti del calibro di Vybz Kartel e Popcaan. Secondo NotNice, ciò che si ottiene negli Stati Uniti, ad esempio, è diverso da quello in Giamaica, poiché le entrate dello streaming di solito arrivano al produttore, non all'artista.

Al contrario, quella posizione, sebbene vantaggiosa per il produttore, è dannosa per l'artista. In realtà, l'artista non riceve alcun compenso per i suoi talenti mentre il produttore e l'etichetta fanno la parte del leone di qualsiasi reddito. Solo nei casi in cui l'artista abbia portato a termine un contratto opportunamente negoziato vedrà i proventi del suo duro lavoro e della sua creatività.

Secondo il CEO di Contractor Music Sean 'Contractor' Edwards, gli artisti non riescono a garantire adeguatamente i loro interessi economici tramite contratti per assicurarsi di guadagnare entrate dalle loro canzoni.

Il contratto che viene firmato tra l'etichetta e gli artisti su quanti diritti meccanici che sono le vendite e gli stream quanto sono disposti a dare loro [artisti], ogni artista e un produttore dovrebbe firmare un contratto, è non succede molto in Giamaica, ma dovrebbero firmare un contratto che dice che delle vendite e degli stream otterrai il 20% o il 30%, ma non succede.

Edwards dice che le etichette tendono a pubblicare la musica e recuperano le vendite e gli stream, ma daranno all'artista parte della pubblicazione. Tuttavia, dice che questo è un modo disonesto di operare.

Quello che succede spesso è perché non c'è contratto; le etichette non danno nulla all'artista. È sbagliato... non lo fanno in nessun'altra parte del mondo.

Edwards ha lavorato con diversi artisti famosi come DaBaby, Ed Sheeran, Julian Marley, Shatta Wale, Morgan Heritage e altri. Ha anche quattro premi Billboard e Grammy al suo attivo per il lavoro collaborativo.

Per quanto riguarda i suoi successi in streaming, Edwards afferma che la sua canzone più performante è Soy Una Estrella, pubblicata di recente, che ha 2,2 milioni di stream su Spotify. La canzone presenta Ed e Jethro Sheeran, che sono cugini e l'artista latinoamericano Jah Fabio e l'artista emergente giamaicano Cashan.

Secondo Edwards, affinché gli artisti guadagnino dallo streaming, dovrebbero iniziare con l'assicurarsi che i loro contratti siano snelliti correttamente per assicurarsi di avere condizioni eque per guadagnare reddito. Tuttavia, secondo lui, questa è stata una grande sfida poiché molti artisti sono analfabeti e incapaci di leggere e scrivere. Questo problema può essere risolto, tuttavia, ottenendo l'assistenza di manager qualificati o coinvolgendo un avvocato.

Fare musica che trascenderà il tempo a cui i fan torneranno

Una volta che hanno negoziato una giusta quota delle entrate dello streaming, gli artisti dovranno anche promuovere la loro musica, come aumentare i loro ascoltatori mensili. Koffee è una di queste persone su Spotify che ha 2 milioni di ascoltatori mensili, tra cui artisti del calibro dell'ex presidente Barack Obama!

D'altra parte, un artista può creare molta musica, ma se ai fan non piace, potrebbero non ascoltarla più. Una delle formule testate e collaudate per artisti come Sean Paul, Popcaan e Drake, e persino artisti del calibro di Justin Bieber e Post Malone, stanno collaborando con altri artisti.

Quest'ultimo è un perfetto esempio di come diventare il più giovane ad avere tre canzoni tutte certificate Diamond dalla Recording Industry of America (RIAA). Tuttavia, da notare, le canzoni che realizzano quell'impresa sono tutte collaborazioni con Swae Lee per Sunflower, Congratulazioni con Quavo e Rockstar con 21 Savage.

Per quanto riguarda i guadagni con Apple Music, il servizio di streaming è stato lanciato in Giamaica a metà del 2020 mentre la pandemia infuriava, quindi potrebbe essere troppo presto per valutare come si esibiscono gli artisti dancehall oltre ai grandi nomi su Apple DSP.

Tuttavia, l'opportunità per più abbonati caraibici di unirsi alla piattaforma significa che tutti possono ottenere un pezzo della torta in streaming se possono coltivare un seguito fedele.

Alcuni degli artisti che sembrano sempre emergere sono Vybz Kartel, Alkaline (che non collabora molto), Beenie Man e Bounty Killer e volti nuovi come Masicka, Skillibeng, Spice, Jada Kingdom e Shenseea.

Apple Music non pubblica il numero di stream che gli artisti ottengono ogni anno o meno, ma se dovesse succedere qualcosa, i numeri sarebbero simili a Spotify per coloro che sono sempre tra gli artisti più ascoltati in streaming. Tuttavia, sarebbe interessante vedere come gli artisti più giovani si ritagliano un reddito, ma il problema è multiforme e nessuna soluzione da sola può risolverlo.

Per quanto riguarda quanto possono fare gli artisti di Dancehall, i recenti annunci di DJ Khaled, HER, Rihanna e altri sulla loro dancehall hanno influenzato gli album suggerendo che l'opportunità di vendersi esiste, ma negoziare i termini adeguati è il primo passo per fare soldi e poi collaborare per ampliare la propria base di fan.

Per quanto riguarda come faranno gli artisti, sta a loro, ma la contrattazione del potere è attualmente inclinata ingiustamente verso produttori ed etichette che conoscono il gioco meglio dei giovani artisti che sono meno occupati a litigare per le entrate dello streaming e più interessati a trovare effettivamente un autobus , qualcosa che le etichette ei produttori conoscono fin troppo bene e sfruttano di conseguenza.

Se si vuole essere saggi, però, guardare all'esempio perfetto quando si tratta di fare musica memorabile è un inizio per fare sempre entrate in streaming, non solo per lanciare canzoni. Artisti del calibro di Tommy Lee Sparta con Blessings, Popcaan's Rilevante e Jada Kingdom's Win, solo per citarne alcuni, sono tutti inni motivazionali che senza dubbio sopravviveranno agli artisti che li hanno creati mentre i fan tornano ancora e ancora sulle canzoni.

Articoli Interessanti