By Erin Holloway

August Alsina prende in giro il nuovo progetto Il prodotto III: stato di emergenza con effetti visivi personali

Agosto Alsina

August Alsina annuncia il suo nuovo progetto, The Product III: State of Emergency

C'è un detto che dice di trasformare il tuo dolore in arte e August Alsina ci mostra come con la sua prossima uscita. The Product III: State of Emergency è il suo ultimo album dopo 'This Thing Called Life' cinque anni fa. È anche la sua prima uscita del 2020, un anno bizzarro e senza precedenti maturo per riflettere e cambiare. I suoi episodi con perdita e malattia hanno portato al nuovo album più un documentario gratuito in cinque parti da condividere con i fan nel corso della prossima settimana.

Il cantante ventisettenne di Testimoniy ci offre proprio questo nel suo nuovo corpus di lavori, che comprende anche Yo Gotti, Tink, Lil Wayne e Juicy J. Contenenti 27 brani (una canzone per ogni anno della sua vita strepitosa forse) la compilation e le immagini descrivono in dettaglio i suoi primi anni da bambino crack, perdendo sia suo padre che sua sorella all'età di 25 anni, diventando il principale caregiver di queste tre nipoti e il suo quasi mancato con la morte a causa di un'afflizione con una malattia autoimmune.



Ho fatto un film. Della vita e di tutti i suoi viaggi, del dolore e che dono e insegnante è stato per me. Su come il proprio dolore e il trovarsi in uno stato di emergenza facciano emergere e vedere chiaramente. Sull'amore e su cosa mi sta insegnando. Chi siamo come persone e la nostra connettività. Un film sulla verità e su come fa male affrontarla, ma devi comunque affrontarla comunque. Un film su tragedia, trionfo e vittoria, Alsina ha condiviso un trailer per le immagini.

A partire da lunedì, Alsina presenterà in anteprima una canzone del progetto più un episodio del documentario come conto alla rovescia per l'uscita di venerdì 26 giugno. I fan sono entusiasti e già desiderosi dei nuovi banger del nativo di New Orleans diventato un rubacuori R&B i cui successi includono I Luv This, Ghetto e No Love. Emergendo tutto d'un pezzo ma non immune da malattia, immobilità, cecità temporanea e rancori permanenti, questo nuovo album promette di essere un mix di terapia, celebrazione e gioia, elementi che tutti potremmo veramente usare in questi tempi.

Articoli Interessanti