By Erin Holloway

Beyonce crea la storia dei Grammy con il maggior numero di vittorie di un cantante, 28

Beyoncé ha fatto la storia domenica sera, diventando la prima donna nella storia a vincere un totale di 28 Grammy nell'arco della sua illustre carriera. Il suo successo significa che ora è la detentrice del record per il maggior numero di Grammy da un'artista donna e anche il maggior numero di Grammy vinti da una cantante.

È stata anche una notte speciale per lei poiché la sua primogenita Blue Ivy, che ha solo nove (9) anni, ha vinto anche il suo primo Grammy, rendendola la seconda persona più giovane a vincere un Grammy. Blue Ivy, che è la figlia di Beyoncé e Jay-Z, ha vinto il premio per la sua interpretazione in Brown Skin Girl, per la quale ha ricevuto crediti di scrittura. La canzone è presente su Beyoncé Re Leone: Il dono album, che è stato un capolavoro di un album poiché l'artista ha incanalato la sua creatività nell'empowerment dei neri e nell'elevare la sua etnia. Blue Ivy appare anche alla fine della canzone mentre si chiude e canticchia il testo.

Al 63rdmessa in scena dello spettacolo, il Il nero è il re, artista ha guidato le nomination per quest'anno con un enorme bottino di nove (9) nomination. Ha vinto la migliore performance R&B per Parata Nera cementando la sua storica presa di 28 Grammy, un'impresa che era stata precedentemente detenuta dall'artista bluegrass Alison Krauss. Ha anche vinto la migliore performance rap e la migliore canzone rap per Savage con Megan Thee Stallion, che ha anche vinto il premio Best New Artist.



Billie Eilish ha portato a casa il premio più grande dello spettacolo dopo aver vinto il record dell'anno per Everything I Wanted. Questa è la seconda volta che porta a casa il premio Record of the Year. Ha anche vinto la migliore canzone scritta per Visual Media per No Time to Die, la sigla del nuovo 25esimo film di James Bond in uscita, che uscirà qualcosa più tardi nel 2021 dopo essere stato cancellato tre volte in precedenza.

Eilish, tuttavia, sembra aver ritenuto che Megan Thee Stallion meritasse il premio per la sua canzone Savage in collaborazione con Beyoncé. Ha detto, questo è davvero imbarazzante per me... te lo meriti, ha detto a Megan. Hai avuto un anno che è stato inarrestabile. Sei una regina. Voglio piangere pensando a quanto ti amo. Sei così bello. Sei così bravo. Ti meriti tutto al mondo, disse.

La dichiarazione di Eilish non sembrava controversa, ma dà credito alle affermazioni di coloro che sono stati snobbati dai Grammy come The Weeknd, il quale afferma che i Grammy sono razzisti e prevenuti nei confronti degli artisti neri.

Una lunga lista di artisti neri, tra cui The Weeknd, Teyana Taylor, Nicki Minaj, Drake, Kanye West e Frank Ocean, hanno ora boicottato i Grammy per quelli che percepiscono come razzisti i comitati dei Grammy. Molti hanno ritenuto che il rifiuto di Beyonce di esibirsi la domenica sera fosse anche parte della sua non associazione con l'organizzazione, anche se Beyoncé è conosciuta come un'artista che sta diventando un'attivista sociale con la sua musica.

Nel frattempo, Song of the Year è stata vinta da H.E.R per la canzone I can't breath, e ha anche vinto la migliore canzone R&B in cui è stata descritta in Better Than I Imagined di Robert Glasper, che comprendeva anche Ndegeocello.

Il miglior album R&B è andato a John Legend per Amore più grande . La vittoria dell'album è un oro nelle tasche del produttore di dancehall Stephen 'DiGenuis' McGregor e Koffee, che ha vinto il suo primo Grammy a 19 anni. Sia McGregor che Koffee hanno prodotto due canzoni dell'album di Legend: la title track Bigger Love e Don't Walk Away con Koffee.

Dua Lipa, Roddy Ricch e Taylor Swift hanno ricevuto ciascuno sei (6) nomination, ma è stato Swift a rubare la scena dopo aver vinto l'ambito premio Album of the Year. Questa è la terza volta che tiene questo premio ed è la prima donna a vincere tre volte il premio Album of the Year.

Kanye West si è anche aggiudicato una vittoria, avendo conquistato il miglior album di musica cristiana contemporanea per il suo Gesù è Re, album.

Burna Boy ha anche mostrato la sua vittoria per il miglior album musicale globale per Due volte più alto.

Il Grammy del miglior album reggae è andato a Toots and the Maytals.

Articoli Interessanti