By Erin Holloway

La festa di compleanno di Chris Brown è stata interrotta dalla polizia di Los Angeles

Chris Brown non è mai stato accusato di non saper fare festa.

Il cantante superstar ha festeggiato i suoi 32 annindcompleanno questa settimana con un grande evento a casa sua mercoledì, che era anche il Cinco de Mayo. Secondo quanto riferito, la festa, che si è tenuta a Tarzana, in California, è diventata così numerosa e rumorosa che i vicini hanno chiamato la polizia, che ha scortato gli ospiti fuori dalla zona.

Secondo TMZ , la notte ha visto circa 500 partecipanti e ABC7 ha riferito che i vicini si stavano lamentando delle 300 auto parcheggiate fuori dalla casa di Brown. Dopo aver parlato con il team di sicurezza in loco di Chris Brown, la polizia ha chiesto che la musica fosse rifiutata e i partecipanti alla festa hanno chiesto di andarsene.



Naturalmente, far uscire così tante persone da un quartiere alle 2 del mattino è un'impresa a sé stante. Secondo quanto riferito, le auto della polizia hanno aiutato a dirigere il traffico e diversi elicotteri hanno registrato la situazione dall'alto. I poliziotti coinvolti hanno riferito che gli ospiti sono stati molto collaborativi quando hanno lasciato la festa.

Chris Brown deve ancora parlare dell'incidente o della festa, ma i video condivisi online mostrano che il cantante si gode la sua celebrazione e si presenta ad alcuni dei suoi successi. Considerando la sua storia, sembra improbabile che Brown sia molto sconvolto dall'esperienza.

Nel 2019, i poliziotti sono stati chiamati nella stessa casa per un motivo simile, tranne che questa volta non è stata una festa che ha attirato troppe persone a casa di Chris. Brown si è rivolto a Instagram per condividere il suo indirizzo di casa con i suoi milioni di follower, annunciando che stava ospitando una svendita in cui i fan potevano segnare alcuni dei suoi articoli di design pre-indossati a un prezzo scontato.

Chris Brown intendeva donare una parte dei proventi in beneficenza, ma la polizia di Los Angeles ha cercato rapidamente di chiudere l'evento sostenendo che il cantante aveva bisogno di un permesso per vendere la sua casa. Tuttavia, il team legale di Chris ha combattuto per il suo diritto alla vendita del cantiere, che è continuato come previsto mentre la polizia pattugliava l'area per paura che la folla diventasse troppo grande. Chiaramente, Chris non è ancora preoccupato per l'impatto di grandi folle, anche nel mezzo di una pandemia.

Articoli Interessanti