By Erin Holloway

Facebook utilizza il classico 'Sleng Teng' di Dancehall nel primo annuncio televisivo Meta

Facebook cerca ispirazione nella dancehall per lanciare la sua prima campagna pubblicitaria TV per Meta.

Dancehall ha goduto di alcuni importanti riconoscimenti globali negli ultimi tempi. Sulla scia del classico intramontabile di Barrington Levy Here I Come che compare sul Film Netflix Più cadono arriva la notizia che uno dei riddim più iconici della dancehall, Sleng teng , è stato campionato dalla nuova società madre di Facebook Meta.

L'annuncio, della durata di circa un minuto, presenta una versione accelerata del riddim. Diventa molto più riconoscibile verso la fine dell'annuncio. Lo spot, che ha debuttato ieri, 4 novembre, è il primo della nuova campagna del brand dell'azienda. Si concentra su un gruppo di studenti che visitano un museo quando la scena nella giungla dell'opera dell'artista francese Henri Rousseau del 1908, Fight between a Tiger and a Buffalo, prende vita.



Personaggio radiofonico ZJ Scintille ha evidenziato l'annuncio sulla sua pagina Instagram, che ha sollevato preoccupazioni sul fatto che gli artisti dietro il riddim, King Jammy e Wayne Smith, avessero o meno diritti d'autore adeguati e se fosse stato concesso il permesso per l'uso del lavoro dell'artista del defunto dancehall. Smith è morto nel 2014 dopo essere stato ricoverato in ospedale per dolori allo stomaco. Ha lasciato cinque figli, tre nipoti e cinque fratelli e sorelle. Anche sua madre è ancora viva.

Il riddim è considerato uno dei primi riddim completamente computerizzati e una delle opere più influenti nella storia della musica giamaicana. Nel corso del tempo, è stato rivelato che la canzone del riddim chiamata Under Mi Sleng Teng è stata eseguita in una sola ripresa nel 1984 da Smith.

Wayne Smith era il genio dietro il suono che sarebbe stato ri-registrato centinaia di volte. Ha trovato il suono computerizzato nella tastiera di Noel Davey e insieme lui e Davey hanno iniziato a lavorare per ricreare il riddim. Lo hanno rallentato e l'hanno abbinato alla tonalità di Smith, e ci hanno provato con testi ispirati a Under Mi Sensi di Barrington Levy e a Under me fat ting di Yellowman.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ZJ SPARKS ?? ? TWELVE 9 RECS (@sparkiebabyofficial)

Si dice che il riddim sia basato su uno schema trovato sulla tastiera domestica Casio MT-40. Dopo che è stato portato in studio, Jammy lo ha sentito e lo ha rallentato ancora di più prima di metterci sopra un pianoforte e battere le mani. Al termine, artisti famosi dell'epoca, come Tenor Saw, registrarono canzoni al ritmo che divennero grandi successi. Il singolo Pumpkin Belly del tenore Saw è ora un classico della dancehall. I brani sono poi apparsi in uno scontro sonoro e da lì hanno preso vita propria. Quello scontro sonoro fu tra il sistema audio di Jammy e Black Scorpio a Waltham Park Road il 23 febbraio 1985.

Alcune delle produzioni più popolari di Jammy basate sul ritmo sono state pubblicate negli album Stravaganza Sleng Teng e Sleng Teng Stravaganza 95 . Il riddim è stato utilizzato da artisti locali come Bounty Killer, Beenie Man e Capleton ed è diventato una sorta di diritto di passaggio per i deejay che desiderano mostrare le loro abilità liriche.

A livello internazionale molte band hanno anche campionato il ritmo, come il gruppo hardcore breakbeat britannico SL2 che ha campionato la linea di basso per il loro brano rave di successo nel Regno Unito Way In My Brain, e il musicista britannico M.I.A. che fa riferimento a Sleng Teng nel brano Pull Up the People. Altri atti internazionali che hanno utilizzato il riddim includono il gruppo hip-hop americano Cypress Hill che ha registrato una cover della canzone e UB40, che l'ha interpretata nel loro album del 2018, Un vero lavoro d'amore .

La speranza è che la canzone non sia stata campionata senza permesso, come è stato fatto in passato con artisti dancehall e reggae. Ad esempio, nel 2014, la sorella Nacy ha rivelato di non aver ricevuto un centesimo di royalties per il suo successo Bam Bam da quando è stato rilasciato per la prima volta. Aveva trascorso 32 anni senza alcun compenso per un brano che Billboard una volta descrisse come un forte contendente per il titolo di canzone reggae più campionata di tutti i tempi.

Alla fine ha intrapreso un'azione legale dopo che sua figlia ha fatto notare che la canzone era stata trasmessa in TV in uno spot pubblicitario di Reebok. Alla fine ha ricevuto un compenso per gli ultimi dieci anni di utilizzo della canzone e il 50% dei diritti della canzone. I fan di Dancehall sperano che non sia così anche per questo classico.

Guarda l'annuncio qui sotto e facci sapere cosa ne pensi.

Articoli Interessanti