By Erin Holloway

Joe Budden reagisce al verdetto di colpevolezza di Jussie Smollet nel caso di crimini ispirati dall'odio

Joe Budden Jussie

Joe Budden ha una domanda scottante dopo che Jussie Smollet è stata dichiarata colpevole.

L'ex Impero l'attore è stato dichiarato colpevole giovedì da una giuria per cinque dei sei reati di condotta disordinata per aver presentato una falsa denuncia alla polizia. Le accuse sono risultate da Giusy Smollet presumibilmente fabbricando un attacco nel 2019 in cui affermava di essere stato attaccato da due sostenitori di Donald Trump che gli avevano legato un cappio intorno al collo e gli avevano spruzzato della candeggina mentre lanciavano insulti razzisti e anti-gay.

Tra coloro che avevano dubbi sulla storia c'era Joe Budden, che condivideva il suo scetticismo sull'incidente.



All'epoca, disse Budden, non credo che i negri abbiano attaccato: è stato un crimine d'odio. Non ci credo, scusa! Dovrei riservarmi questo diritto è quello che sto dicendo oggi.

Il principale argomento di discussione di Budden era che l'attore sembrava troppo a suo agio con il presunto cappio intorno al collo, che è rimasto per più di 45 minuti, e lo ha tenuto mentre parlava con la polizia.

Il podcaster giovedì è andato su Twitter dicendo sostanzialmente: 'Te l'avevo detto' riguardo agli sviluppi nel caso di Jussie Smollett.

Ha ritwittato un tweet dicendo, questo lmfao è invecchiato piuttosto bene, in riferimento al suo commento sul podcast sulle affermazioni di Smollett nel 2019, in cui ha chiesto di vedere il filmato prima di decidere a cosa credere.

Ha anche chiesto, l'inferno è la condanna per la messa in scena di un crimine.

Per chi fosse interessato, Jussie rischia tre anni di carcere, ma secondo gli esperti legali, l'attore potrebbe riuscire a ottenere la libertà vigilata e il servizio alla comunità, dato che è il suo primo reato.

D'altra parte, il procuratore di Smollett dice che stanno appellando il caso.

Quindi siamo fiduciosi al 100% che questo caso sarà vinto in appello, ha affermato Nenye Uche, avvocato principale per la difesa di Smollett, secondo Notizie NBC . Sfortunatamente, questa non è la strada che volevamo, ma a volte è quella che devi prendere per vincere, specialmente nei casi in cui rimaniamo fiduciosi al 100% nell'innocenza del nostro cliente.

È un essere umano, è deluso, ma ti dirò che sono molto orgoglioso di lui, sono molto, molto orgoglioso di lui, ha aggiunto Uche. Sta resistendo molto forte, si è impegnato a riabilitare il suo nome ed è sicuro al 100% che verrà autorizzato dalla corte d'appello.

Smollett, 39 anni, è stato accusato di aver messo in scena il presunto crimine d'odio del 25 gennaio 2019 in cui è stato accusato di aver usato i fratelli Abimbola e Olabinjo Osundairo per attirare l'attenzione tra le tensioni razziali nel paese a causa delle azioni incendiarie dell'ex presidente Donald Trump.

In sua difesa, Jussie Smollett afferma che in quanto uomo di colore e gay, è stato vittima di un crimine di odio.

Durante il processo, i pubblici ministeri affermano che Smollett ha pagato i fratelli con cui ha familiarità con $ 3.500 per partecipare all'attacco. I fratelli si conoscevano almeno un anno prima del presunto attacco.

Articoli Interessanti