By Erin Holloway

Lil Wayne dice che tutti devono essere incolpati per la morte di George Floyd

Lil Wayne dice che tutti devono essere incolpati per la morte di George Floyd.

Mentre le tensioni ribollono a Minneapolis e nel resto degli Stati Uniti, Lil Wayne ha una teoria su chi sia responsabile della morte di George Floyd. Lil Wayne ha ora condiviso i suoi pensieri sull'argomento mentre parlava con Fat Joe. Weezy ha suggerito che il problema deve smettere di essere visto in senso ampio ritenendo responsabile un intero gruppo razziale o la polizia.

Dobbiamo davvero capire chi è quella persona. E se vogliamo dare la colpa a qualcuno, dovremmo essere noi stessi per non fare più di quello che pensiamo di fare, ha spiegato. Il rapper di I Do It ha anche messo in dubbio quanto dichiarare la propria rabbia sui social media o indossare una maglietta di protesta aiuti effettivamente la vittima o la sua famiglia.



Lil Wayne non è l'unico grande nome dell'hip hop a parlare. Oggi, 50 Cent si è soffermato sull'argomento dopo che un giornalista afroamericano della CNN e la sua troupe sono stati arrestati in diretta televisiva nonostante avessero informato la polizia che si trattava della stampa, mentre un giornalista bianco della stessa rete che si trovava a un isolato di distanza è stato autorizzato a continuare il suo lavoro quando ha detto agli ufficiali di essere un membro dei media. Uno l'hanno lasciato andare, l'altro l'hanno portato in prigione. Questa merda è triste, ha scritto Fifty su Instagram insieme alle foto dei due giornalisti.

George Floyd è stato ucciso lunedì da un agente di polizia bianco a Minneapolis e sono seguite proteste mentre il tema del razzismo è stato colpito nella mente di tutti. L'omicidio di Floyd è stato registrato da uno spettatore che lo ha visto lottare per respirare sotto il ginocchio dell'ufficiale, che alla fine è costato la sua vita. Nei giorni trascorsi, nella capitale del Minnesota si sono svolte proteste di massa, e i quattro poliziotti bianchi coinvolti sono stati licenziati, di cui uno accusato di omicidio di terzo grado. Il tragico incidente ha riaperto il dibattito sulle autorità che prendono di mira gli afroamericani e cosa si può fare per cambiare questo.

Visualizza questo post su Instagram

#PressPlay: #LilWayne condivide i suoi pensieri sulla morte di #GeorgeFloyd e su come le persone dovrebbero mostrare il loro sostegno! (SWIPE)

Un post condiviso da La stanza dell'ombra (hestheshaderoom) il 29 maggio 2020 alle 6:45 PDT

Articoli Interessanti