By Erin Holloway

No Limit e Ruff Ryders Docuseries in Premier su BET

Romeo Miller e il maestro P

I docuserie No Limit e Ruff Ryders in arrivo su BET.

Lo spettacolo dei BET Awards di domenica è stato affrontato con sfide senza precedenti considerando le circostanze uniche della pandemia di coronavirus. Mentre le esibizioni dovevano essere eseguite virtualmente e il pubblico era composto solo da spettatori a casa, BET è riuscita a organizzare una serata piena di intrattenimento e arte. Oltre a molte esibizioni emozionanti e dinamiche, la rete ha utilizzato la serata per il debutto di trailer per la programmazione in arrivo, inclusi due docuserie che hanno in fermento Internet. I teaser di No Limit Chronicles e Ruff Ryders Chronicles presentavano uno sguardo su due imperi musicali con una combinazione di filmati inediti, interviste approfondite e rievocazioni drammatiche.



No Limit Chronicles racconterà la storia di Master P e No Limit Records mentre l'etichetta ha lottato per raggiungere la vetta e alla fine è diventata una forza leggendaria nell'industria musicale. La docuserie andrà in onda in cinque parti a partire dal 29 luglio e includerà interviste con Master P, Romeo Miller, Snoop Dogg, Silkk The Shocker, Mia X, Mystikal, Fiend e Mr. Serv-On. Il trailer mostra un frammento dell'intervista di Snoop, durante la quale dice, No Limit Records, una delle grandi dinastie dell'hip hop. Questa è l'eredità di Master P.

Dopo la storia di No Limit, BET debutterà con Ruff Ryders Chronicles per descrivere gli inizi dell'etichetta fondata da Joaquin Waah, Darin Dee e Chivon Dean, tutti legati al produttore Swizz Beatz. La docuserie andrà anche in onda in cinque parti e sarà presentata in anteprima il 2 settembre. Il breve teaser trailer mostrava interviste con DJ Khaled e il sempre controverso DMX.

Ricordando il suo tempo come Ruff Ryder, X può essere visto dire: Abbiamo creato tendenze, abbiamo fatto schifo. Non sarà mai dimenticato. In un momento in cui sembra che l'hip hop stia cominciando a ottenere un po' del rispetto che merita e ad essere riconosciuto per il suo profondo potere nel plasmare la storia e la cultura, è giusto iniziare a dare uno sguardo indietro a questi collettivi musicali altamente influenti e rendere omaggio agli innovatori.