By Erin Holloway

La campagna delle spezie per revocare il divieto delle 'parole cattive' giamaicane nella sala da ballo respinta da senatore e fan

Spice dancehall artista

La campagna delle spezie per porre fine al divieto delle parolacce classiche giamaicane ha raggiunto un vicolo cieco con almeno un senatore e alcuni fan della dancehall.

Alcune donne giamaicane molto infastidite stanno etichettando Spice come ipocrita ed egocentrica, in seguito al suo recente video che implorava il primo ministro Andrew Holness di abbracciare le parolacce giamaicane, come B*mboclaat, che ha potuto usare con orgoglio in Belgio in un festival musicale del stesso nome. I commenti sono arrivati ​​dopo che il presidente del Senato Tom Tavares-Finson ha detto al quotidiano The Observer che i belgi che hanno organizzato il B**b*clat Music Festival, durante il quale Spice ha fatto la sua chiamata, ignoravano il significato della parola. Era certo che se avessero saputo che la parola significava assorbente, non gli avrebbero dato quel nome.

I lettori hanno disprezzato l'autoproclamata Regina della Dancehall accusandola di essere una pretendente poiché non avrebbe voluto che i suoi figli usassero parolacce.



Spice è un ipocrita. Non vorrebbe che i suoi figli dicessero queste parole, ma vuole che il governo lo legalizzi?! Quindi andrebbe bene per i bambini andare in giro a cantare e imprecare? Ignorerai la nostra morale solo perché piace ad alcuni turisti? Jodi Ann ha scritto.

Se Spice vuole insegnare ai suoi figli a imprecare parolacce, va avanti e lo fa, ma basta con le sue sciocchezze, ha aggiunto.

Riesci a immaginare che racconta ai suoi figli della BBC e che le risponde? Perché se il governo lo legalizza, tutti hanno il diritto di maledirlo perché sarebbe la legge, unuh nuh c che in lei non c'è altro che lentezza, ha scritto Latoya Sweetie nel castigare la 36enne, mentre Pachoy Seal ha dichiarato: Di' Spezia per usare quella parola in una frase ai suoi figli!

Alcune persone hanno affermato che Spice non rappresentava la Giamaica, mentre altri hanno affermato che stava cercando di ingraziarsi gli europei prendendo in giro se stessa. Altri hanno sostenuto che sarebbe svantaggioso per la musica e la cultura giamaicane approvare l'uso di parolacce per facilitare esibizioni imperfette di artisti unidimensionali.

L'amore per il denaro è la radice di tutti i mali. Dì a Spice di concentrarsi sul miglioramento del suo cosiddetto 'talento' e di smettere di fare affidamento sui suoi soliti espedienti economici. Deve rendersi conto che il Belgio è un paese razzista e questo festival 'b#@$#' non è mai stato pensato per celebrare l'intelligenza dei giamaicani. Gli organizzatori stanno promuovendo l'ignoranza e l'analfabetismo a nostre spese, ha affermato Holy Perry.

Quelle parole sono state usate in un periodo in cui avresti uomini orribili e disgustosi che imprecavano o ricordavano con rabbia alle donne il punto più privato e vulnerabile della sua vita quando spesso si vergogna o il normale processo mensile della sua vita. Quelle parole erano per lo più incentrate sull'anatomia sessuale femminile ed espresse nella forma più rozza di patois che esisteva all'epoca. Come osiamo provare a celebrare questa crudezza oggi come parte di una 'cultura positiva'? ha scritto un altro intervistato.

Visualizza questo post su Instagram

Atterra in Belgio ?? e voglio evidenziare il nome del festival. Perché le cose che le teste più grandi combattono in Giamaica sono le stesse cose che usano gli stranieri per fare soldi? C'è anche un Rum chiamato Bomboclaat Rum #PleaseWakeup prima che rifacciano la nostra cultura

Un post condiviso da Grazia Hamilton (@spiceofficial) il 24 agosto 2019 alle 15:41 PDT

Alcuni commentatori hanno dichiarato che l'artista dovrebbe usare le maledizioni indigene dei paesi che visita, per testare il loro sistema legale.

Quando Spice va in tournée ha bisogno di scoprire la brutta parola del paese e di dire sul palco nella loro lingua e non vedere se non la rinchiudono, ha detto Bulky Morris.

Articoli Interessanti