By Erin Holloway

TI & Tiny Harris risponde a gravi accuse di abuso e querela

TIP e Tiny

Il rapper di Atlanta TI e sua moglie stanno affrontando il caldo dopo che più di 30 vittime si sono fatte avanti per chiedere un'indagine penale per denunce di droga, rapimento, stupro e intimidazione forzati.

Il rapper e la star del cinema, il cui vero nome è Clifford Harris, insieme a sua moglie Tameka Tiny Harris, hanno negato le accuse, che erano state fatte per la prima volta a gennaio. Nessuna delle vittime ha intentato una causa contro la coppia, anche se a un certo punto l'avvocato di Celebrity Lisa Bloom ha affermato di rappresentare un certo numero di vittime che l'hanno assunta. Inoltre, non è stata avviata alcuna indagine penale, sebbene alcune persone, tra cui l'ex amica Sabrina Peterson che ha portato alla luce le accuse, abbiano pubblicamente chiesto alle autorità di avviare un'indagine penale.

Un altro procuratore, Tyrone A. Blackburn, afferma di aver chiesto alla polizia a nome di almeno otto presunte vittime che affermano che la coppia o membri del loro entourage le hanno violate, il New York Times segnalato.



In una conferenza stampa, l'avvocato ha affermato che la maggior parte degli incidenti si è verificata ad Atlanta e risaliva al 2007. Secondo l'avvocato, le accuse delle donne vanno dall'affermazione di essere state drogate e aggredite sessualmente dalla coppia e una delle hanno anche affermato che una guardia di sicurezza che lavorava per la coppia l'aveva rapita sotto la minaccia di una pistola e alla fine l'aveva aggredita sessualmente dopo averla portata nel bosco.

Inoltre, l'avvocato ha indicato le vittime come più di [30] donne, sopravvissuti e testimoni, che condividono tutte accuse simili di droga, rapimento, stupro e intimidazione forzata.

L'avvocato ha anche affermato che molte delle accuse risalgono a 30 anni fa e sono ciò che definisce stranamente coerenti. Ci sono anche accuse specifiche contro la moglie di TI, Tiny Harris. Le vittime affermano di essere state costrette da Tiny a ingerire droghe o di essere state inconsapevolmente somministrate droghe per compromettere la capacità delle vittime di acconsentire ad 'atti sessuali'.

L'avvocato afferma di aver inviato lettere al procuratore generale della Georgia e alle autorità della California affinché fossero avviate indagini penali sulle accuse. Dice che la base delle richieste rientra in diverse leggi, tra cui il Trafficking Victims Protection Act (TVPA) e lo Statuto della Georgia su stupri, rapimenti, RICO e minacce terroristiche. La pena minima prevista dalla legge ai sensi di questo atto è di 25 anni e la pena massima in caso di condanna è la pena di morte o l'ergastolo senza condizionale.

Mentre la storia si svolge, cinque vittime hanno anche parlato con il New York Times affermando di essere state drogate o aggredite sessualmente dalla coppia o da altri che si trovano nella loro cerchia ristretta.

Nel frattempo, Steve Sadow, il procuratore legale che rappresenta la coppia, ha pubblicato a dichiarazione da loro che nega le accuse.

Clifford (TI) e Tameka Harris negano con la massima fermezza queste accuse infondate e infondate. Siamo fiduciosi che se queste affermazioni saranno esaminate a fondo e in modo equo, non verranno presentate accuse. Queste accuse non sono altro che la continuazione di una sordida campagna di shakedown iniziata sui social media. Gli Harris [sic] implorano tutti di non farsi coinvolgere da questi ovvi tentativi di manipolare la stampa e di abusare del sistema giudiziario.

Il riferimento a una campagna di shakedown è diretto a Sabrina Peterson, che inizialmente aveva affermato che il rapper le aveva puntato una pistola alla testa e aveva minacciato di ucciderla. Dice che ora è stata molestata dalla coppia che sta diffamando il suo nome, e ora ha intentato una causa per diffamazione.

Secondo l'affermazione, Peterson afferma che le dichiarazioni rese da T.I. e sua moglie, compresi i post sui social media, hanno danneggiato la sua buona reputazione. Secondo lei, la coppia l'ha molestata da quando ha rivelato al pubblico l'incidente con la pistola in cui afferma di aver avuto un alterco con l'assistente del rapper, ed è stato allora che T.I. le puntò la pistola alla testa e disse: Puttana, ti ammazzo.

Peterson dice che Tiny ha rivelato l'identità di suo figlio ai suoi milioni di seguaci e questo rappresenta un pericolo per il bambino.

Dice anche che T.I. ha causato danni alla sua reputazione quando l'ha menzionata in una risposta di 8 minuti che aveva pubblicato sui social media in cui ha affermato l'innocenza sua e di sua moglie e ha picchiato Peterson per aver molestato la sua famiglia e ha definito le sue azioni malvagie, il che ha portato a messaggi minacciosi su Instagram e molestie da parte dei suoi follower.

La sua causa ha fatto affermazioni di inflizione di stress emotivo oltre alla denuncia per diffamazione. La coppia di celebrità trasformata in sostenitori della comunità deve ancora rispondere al caso di Peterson.

Articoli Interessanti