By Erin Holloway

Dettagli di T-Pain su come Usher lo ha immerso in 4 anni di depressione

T-Pain dice di aver attraversato quattro anni di depressione grazie a Usher.

T-Pain è probabilmente il re dell'Auto-Tune, ma Usher pensa di aver rovinato la musica per i cantanti nonostante il suo successo nell'usare la tecnologia nel suo mestiere. In un nuovo documentario Netflix, This is Pop, T-Pain afferma che Usher ha contribuito alla sua depressione per quattro anni. Nella clip pubblicata su Instagram, T-Pain ha affermato che l'incidente è avvenuto su un volo per i premi BET. L'icona dell'R&B gli ha detto che ha rovinato la musica incoraggiando l'uso di Auto-Tune.

Il cantante, il cui vero nome è Faheem Rasheed Naj, ha spiegato: Usher era mio amico. Rispetto davvero Usher. E lui ha detto: 'Ti dirò una cosa, amico. Hai un po' incasinato la musica.'



T-Pain ha detto che pensava che il cantante R&B stesse scherzando, ma era serio. Ha detto di aver risposto dicendo a Usher che non aveva detto a nessuno di iniziare a utilizzare Auto-Tune.

T-Pain ha detto all'intervistatore che il commento ha contribuito alla sua lunga battaglia contro la depressione.

Ha detto: Questo è il momento esatto, e non credo nemmeno di essermi reso conto di questo per molto tempo, ma è proprio il momento in cui ho iniziato una depressione di quattro anni per me.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da This Is Pop (@thisispopshow)

I fan dell'artista hanno espresso shock e delusione per la dichiarazione di Usher.

Un utente di Instagram ha commentato: La sua abilità artistica è stata COSÌ incredibile che un cantante che ha avuto successo dagli anni '90 abbia affermato di aver rovinato un'intera industria... puzza di impatto... questo è LEGGENDARIO se me lo chiedi. Il potere che ha.

Il cantante Bartender è noto per una serie di successi, tra cui il suo singolo di successo I'm Sprung, Buy U A Drank, Can't Believe It e Up Down.

Altri fan hanno espresso anticipazione per la nuova serie che andrà in onda su Netflix. This Is Pop ha otto parti e includerà artisti come Shania Twain, Brandi Carlile, Chuck D, Babyface, Orville Peck, Hozier, membri di Boys II Men, Backstreet Boys, Blur e molti altri. Andrà in onda il 22 giugno.