By Erin Holloway

Perché le vendite di musica di Bob Marley sono aumentate a causa della pandemia e dei disordini razziali, l'album 'Legend' è tornato al numero 1

Bob Marley

La musica di Bob Marley sta facendo quello che doveva fare, guarire il mondo in un momento di crisi.

Se dovessi fare il giro del mondo citando l'isola della Giamaica, una delle prime persone a cui penserebbe di più è Bob Marley. Non è solo la persona più famosa mai uscita dalla più grande isola caraibica di lingua inglese. La leggenda del reggae è un'icona globale a tutti gli effetti ed è rimasta l'epitome dell'immortalità nella storia e nella musica. Analogamente a molte volte nella storia, le canzoni di Bob Marley sono il tema della rivolta a cui stiamo attualmente assistendo. Indipendentemente dall'anno, la musica di Marley sembra avere una rilevanza perpetua, e anche ora, mentre affrontiamo questi tempi cruciali nel mondo, combattendo per l'uguaglianza razziale, il suo catalogo, che difende la giustizia sociale, non è mai stato così intrattenuto.

La musica senza tempo di Marley è stata storicamente un luogo di conforto per le persone di tutto il mondo, specialmente durante i periodi di disordini civili. I suoi dischi sono noti per essere intrisi di messaggi consapevoli che circondano la spiritualità, la moralità e la satira sociale e politica. In Ho sparato allo sceriffo dal 1976, Bob si fa giustizia da solo contro le autorità. Il suo simbolismo non è perso nell'attuale prevalenza della brutalità della polizia negli Stati Uniti e in altre parti del mondo. Nel 1974, Bob Marley spiegò il significato dietro i testi in un'intervista. Voglio dire 'Ho sparato alla polizia', ​​ma il governo avrebbe fatto storie, quindi ho detto 'Ho sparato allo sceriffo', ha detto. Ma è la stessa idea: giustizia.



Un anno dopo, ha spiegato che lo sceriffo era una metafora della malvagità e può essere scambiato con qualsiasi oppressione che stai affrontando in quel momento. I Shot The Sheriff' è come se avessi sparato alla malvagità, spiegò Marley nel 1975. Quello non è proprio uno sceriffo, sono gli elementi della malvagità. Gli elementi di quella canzone sono che le persone ti giudicano, e non ce la fai più, esplodi, esplodi e basta. Questo probabilmente fa eco alle recenti grida di molti neri americani e persone in tutto il mondo che affrontano discriminazioni razziali o vengono giudicate ingiustamente dal colore della loro pelle.

Le parole di Bob Marley, che erano attualità allora e dovrebbero essere storia adesso, sono diventate l'epitome della rilevanza oggi. Gli stessi problemi delineati nelle sue canzoni sono ancora prevalenti nella nostra società attuale, anche se nascosti. Sembra, tuttavia, che incidenti come l'omicidio illegale di George Floyd tendano a ricordarci quanto le parole di Marley suonino vere. Così vero che dalla tragedia di impatto, i ruscelli di Bob sono saliti al di sopra degli altipiani recenti.

Con l'inizio delle proteste per la giustizia sociale in tutto il mondo e il concomitante periodo di quarantena, sempre più persone cercano saggezza e potere nella sua musica. Mentre c'è stato un calo significativo dello streaming globale in generale a causa dell'attuale pandemia e di varie crisi mondiali, la discografia di Marley ha visto un picco di flussi durante il blocco. Nei primi tre mesi dell'anno, secondo quanto riferito, Marley ha accumulato oltre 1 miliardo di stream in tutto il mondo. A livello globale, i suoi numeri di streaming sono aumentati del 23,2% ad aprile. Canzoni come Burnin' & Looting e War risuonano con gli attuali disordini razziali e le ingiustizie sociali oggi importanti.

Fino a quando la filosofia che regge una razza / Superiore e un'altra Inferiore / viene finalmente e definitivamente screditata e abbandonata / Ovunque è guerra / Io dico guerra, Bob Marley canta in Guerra del 1976 citando il grande Haile Selassie I.

Che finché non ci saranno più / Cittadini di prima e seconda classe di qualsiasi nazione / Fino al colore della pelle di un uomo / Non ha più significato del colore dei suoi occhi / Io dico guerra / Che fino ai diritti umani fondamentali / Sono ugualmente garantiti a tutti / Senza riguardo alla razza / È una guerra

La musica di Bob Marley ci ha sempre parlato in un modo che ci fa desiderare di cambiare noi stessi e il mondo. Come si suol dire, la storia tende a ripetersi, il che mantiene la pertinenza delle sue canzoni in una rotazione costante. Marley non solo è ancora trasmesso in streaming oggi, ma rimane anche una caratteristica costante nelle classifiche di Billboard quasi 40 anni dopo la sua morte. L'icona di fama mondiale è ancora regolarmente in cima alla classifica degli album reggae di Billboard oltre a fare apparizioni degne di nota in altre classifiche leggendarie come le classifiche di fine anno e il più grande di tutti i tempi. Il suo album Leggenda è il secondo album più lungo in classifica nella storia delle classifiche, arrivando al numero 37 questa settimana nella Billboard 200 nella sua 630esima settimana in classifica.

Attualmente, un'estensione di tale record, Legenda: Il meglio di Bob Marley e dei Wailers , è comodamente seduto nel ambito numero 1 nella classifica Billboard Reggae Albums ed è stato fissato in quella posizione per 23 settimane consecutive. L'originale Legend è stato rilasciato nel 1984, ma l'etichetta di produzione Island Records pubblica spesso remake della compilation per includere talvolta brani aggiuntivi e rimasterizzazione. Legend è certificato Diamond dalla RIAA ed è attualmente 15 volte Platinum. Nel 2014, il titolo ha raggiunto la posizione numero 5 nella Billboard 200, decorando ulteriormente il riconoscimento di Marley per l'artista giamaicano con le classifiche più alte della storia. Legend vende da 3000 a 5000 piviali ogni settimana, secondo Billboard. Alcune delle canzoni dell'album di grande rilevanza nel clima politico odierno sono Get Up Stand Up, Redemption Song e Buffalo Soldier.

Quando era vivo, la musica di Marley raccontava le questioni sociali dell'epoca, prima fra tutte il maltrattamento dell'Africa e della sua gente in tutto il mondo. Lo Zimbabwe ha persino chiesto a Bob Marley di esibirsi alla cerimonia che celebrava la loro indipendenza appena conquistata nel 1980. Era come se simboleggiasse i valori con cui volevano costruire il loro nuovo paese. La sua musica ha fatto così tanto per il mondo mentre era in vita e molto di più ora, decenni dopo la sua morte.

Bob Marley era più di una semplice rockstar, era forse il più grande musicista mai vissuto. Era un punto fermo nel settore e nella società in generale con un'influenza senza precedenti. Dopotutto, quando la Giamaica stava attraversando disordini civili attribuiti alla tensione politica unita alla povertà di massa, è stato Bob a cambiare le sorti. Il suo concerto One Love allo stadio nazionale di Kingston nel 1978 simboleggiava un nuovo inizio in Giamaica. Ha persino convinto i leader del partito rivale Edward Seaga e Michael Manley a alzarsi la mano a vicenda in segno di solidarietà al popolo giamaicano. L'arte politicamente progressista di Marley non è passata inosservata ai membri della società superiore e alle persone di profondo potere. Era una figura nera presa di mira che ha persino preso proiettili per la causa, il che serve solo ad aggiungere più gravità a ciò che predica.

Bob Marley è ancora una delle persone più famose al mondo e forse una delle eredità musicali più storiche, ma la cosa più importante è stata la giustizia per cui ha parlato, l'uguaglianza razziale che ha sostenuto e l'unico amore e unità che ha rappresentato . Con le tensioni politiche e razziali nel mondo di oggi, non c'è da stupirsi che la sua musica abbia avuto un enorme aumento di stream considerando la sua autenticità e consapevolezza sociale. Dicono che le leggende non muoiono mai e, ascoltando il catalogo di Bob Marley degli anni '70 e '80, scoprirai che è come se lo avesse composto nel 2020.

Articoli Interessanti